A 28 anni dal 23 maggio 1992
Il ricordo alla scuola Falcone

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

23 maggio 1992-23 maggio 2020: ventotto anni dopo, il ricordo di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli uomini della scorta è più vivo che mai. Questa mattina, all’interno della scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia Penitenziaria e del personale dell’Amministrazione Penitenziaria intitolata proprio alla memoria del magistrato ucciso dalla mafia, si è svolta una cerimonia di commemorazione della strage di Capaci.

Una corona di alloro è stata deposta dinanzi alla teca che custodisce la Croma bianca a bordo della quale viaggiavano Giovanni Falcone e Francesca Morvillo nel momento in cui l’esplosivo posto nel cunicolo di drenaggio sotto l’autostrada A29 veniva azionato a distanza: alle ore 17:57:48 del 23 maggio 1992 veniva scritta una delle pagine più buie della storia recente del nostro Paese.

Un momento di raccoglimento a cui hanno preso parte il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, il Presidente dell’Autorità garante per i diritti delle persone private della libertà personale, Mauro Palma e Daniela de Robert, componente del Collegio. Presenti anche il capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Bernardo Petralia, il vice Roberto Tartaglia, il direttore generale della Formazione, Riccardo Turrini Vita, il direttore generale dei detenuti e trattamento, Giulio Romano, il direttore della Scuola, Maurizio Pennelli, e il comandante reggente della Scuola dirigente di Polizia Penitenziaria, Ezio Giacalone.

Il video della cerimonia