A Lecce nasce “Un patto per la legalità”

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Negli uffici del Comune di Nardò sarà aperta una sede recapito dei Servizi della Giustizia minorile di Lecce, in cui opereranno funzionari della giustizia minorile che si occuperanno di rilevare i bisogni e le problematiche preadolescenziali e adolescenziali per poi progettare attività congiunte di prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, anche attraverso l’istituzione di uno sportello di ascolto per segnalazione e richieste di aiuto.

Saranno realizzati percorsi di educazione alla legalità, rivolti a gruppi di minori in carico all’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni e/o al Centro Diurno Polifunzionale, sottoposti a percorsi di messa alla prova.

Inoltre, sarà valorizzata la prosecuzione della collaborazione già avviata e consolidata nel tempo per il trattamento dei minori in area penale esterna e delle loro famiglie, mentre il Comune di Nardò potrà favorire l’inserimento nelle progettualità dei giovani residenti nel comune, gravitanti nell’area del disagio, che necessitano di un supporto pedagogico.

Sigla dell’accordo

Le attività tenderanno allo scambio di risorse e competenze, al fine di creare percorsi educativi, di autonomia e responsabilizzazione civica.

L’accordo è stato siglato presso la sede del Comune dal sindaco Giuseppe Mellone, dall’assessore alle Politiche Sociali Maria Grazia Sodero, dal Direttore dell’Ufficio di Servizio Sociale Minorenni Antonella Giurgola e dal Direttore del CPA-CDP Pietro Sansò.