Cartabia al 205° anniversario fondazione Polizia Penitenziaria

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

La ministra della Giustizia Marta Cartabia è intervenuta in occasione del 205° anniversario di fondazione del Corpo di Polizia Penitenziaria, tenutasi presso la Scuola di formazione e aggiornamento del personale Giovanni Falcone.

La Guardasigilli si è soffermata su ciò che la Polizia Penitenziaria rappresenta per la società. “Il volto della Polizia penitenziaria che incontro negli istituti è il volto di professionisti che prestano un servizio prezioso, esigente e rischioso. Che li espone ogni giorno anche nella loro integrità fisica: in questi primi sei mesi dell’anno sono già 493 gli episodi di aggressioni subite, più o meno gravi, e taluni molto gravi come quello che ha colpito un agente di Taranto, che rischia di perdere un occhio”.

La Ministra ha anche ribadito l’impegno di via Arenula nell’indizione di nuovi concorsi. “Come ho ricordato anche nella mia recente visita in Sardegna dopo venticinque anni abbiamo fortemente voluto e tenuto un concorso per dirigenti penitenziari, che a settembre inizieranno la formazione”.

Al termine della cerimonia, alla quale hanno assistito i sottosegretari alla Giustizia Anna Macina e Francesco Paolo Sisto, gli ospiti hanno fatto visita alla teca dove è custodita l’autovettura in cui viaggiavano e persero la vita Giovanni Falcone e la moglie e giudice Francesca Morvillo.