Covid-19 in carcere: record di positivi, ma solo 2% con sintomi

cairo montenotte percorso vaccino covid
FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Omicron si fa largo anche nel mondo delle carceri facendo impennare il numero dei contagi. I nuovi dati aggiornati a ieri del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria registrano infatti 1.532 detenuti positivi (quasi il doppio rispetto alla scorsa settimana), corrispondenti al 2,86% della popolazione reclusa effettivamente presente (53.561 unità). Tuttavia, sebbene dotata di una maggiore trasmissibilità rispetto alle precedenti varianti, Omicron sembra causare eventi meno gravi: soltanto il 2% dei detenuti positivi risulta infatti sintomatico; di questi 31 reclusi, 20 vengono curati all’interno degli istituti e 11 sono attualmente ricoverati presso strutture ospedaliere.

L’improvviso balzo dei contagi riguarda anche gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria. Negli ultimi sette giorni, il totale dei positivi è salito a 1.426, con un significativo rialzo di 550 unità: quasi tutti in isolamento in casa o in caserma, soltanto 4 ricoverati in ospedale. Raggiungono quota 70 invece i contagi fra il personale amministrativo e dirigenziale dell’Amministrazione (+22 rispetto a sette giorni fa), tutti presso il proprio domicilio.

Anche la campagna vaccinale in favore della popolazione detenuta registra l’ennesimo consistente aumento: nell’ultima settimana, secondo i dati forniti dall’Anagrafe Nazionale Vaccini del Ministero della Salute, sono state somministrate altre 1.330 dosi, che portano il totale a 97.934 sieri anti-Covid-19.

Per quanto riguarda infine l’obbligo di essere in possesso del green-pass rafforzato, che dal 15 dicembre scorso riguarda tutto il personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, ovunque presti servizio, e il personale delle Funzioni Centrali che lavora negli istituti penitenziari, alla data di ieri risultano 58 i poliziotti penitenziari e 24 le unità di personale amministrativo e dirigenziale dell’Amministrazione che risultano assenti ingiustificati ai sensi decreto-legge 26.11.2021, n. 172.

I dati aggiornati sono consultabili sul portale Giustizia.it.