DGMC-Forum terzo settore: siglato protocollo per lavori di pubblica utilità

DGMC-Forum terzo settore: siglato protocollo per lavori di pubblica utilità
FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Nella sede del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità, Gemma Tuccillo, capo del dipartimento, e Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum del Terzo Settore, è stato sottoscritto un protocollo che promuove la stipula di accordi nazionali fra il ministero della Giustizia e gli enti aderenti al Forum Terzo Settore, per ampliare e diversificare le opportunità di svolgimento di lavori di pubblica utilità, sia ai fini della messa alla prova per adulti sia come sanzione penale sostitutiva.

Sottoscrizione del Protocollo Nazionale

Il Forum del Terzo Settore è il principale organismo di rappresentanza unitaria del terzo settore italiano e rappresenta oltre 100 organizzazioni nazionali, di secondo e terzo livello, per un totale di oltre 158.000 sedi territoriali, che operano nell’ambito del volontariato, dell’associazionismo, della cooperazione sociale, della solidarietà internazionale, della finanza etica, del commercio equo e solidale del nostro Paese. Diversi sono gli enti, aderenti al Forum, che hanno già stipulato con il ministero della Giustizia protocolli o convenzioni nazionali analoghe: Croce Rossa Italiana-CRI, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti-UICI, Legambiente, Unione Sportiva US ACLI, Associazione Italiana Cultura e Sport-AICS, Associazione nazionale Volontari Italiani del Sangue – AVIS e Associazione Attività Sportive Confederate-ASC.

Con il protocollo siglato oggi, il Forum del Terzo Settore si impegna a sollecitare gli enti aderenti – anche attraverso la promozione di momenti formativi –  a stipulare accordi con il ministero della Giustizia, tesi a favorire da parte dei presidenti dei tribunali la sottoscrizione di convenzioni locali per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità, attraverso la mediazione e il supporto degli UEPE. L’organizzazione tecnica dei momenti formativi è affidata al Gruppo di lavoro ‘Persone private della libertà’ del Forum del Terzo Settore, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza delle pratiche riparative. Questo consentirà di affrontare meglio la crescente richiesta di ulteriori posti in settori a forte impatto sociale e, soprattutto, in vista dell’entrata in vigore della riforma della giustizia.

“Questo accordo – commenta Vanessa Palucchi,  portavoce del Forum del Terzo Settore – segna un passo avanti verso quella visione di giustizia tesa al reinserimento nella comunità, propria di chi opera nel terzo settore e per la quale il terzo settore è impegnato da tempo, anche e soprattutto per le persone imputate, evitando loro la pericolosità di un percorso detentivo. Segna, inoltre, un importante riconoscimento del nostro ruolo nell’inclusione sociale di persone che, se lasciate sole e senza una rete adeguata di supporto, rischierebbero di non emanciparsi mai dalla loro condizione di svantaggio e di devianza. E d’altro canto, funzionerà come un significativo strumento di prevenzione”.

“Abbiamo bisogno di gambe – ha commentato Gemma Tuccillo, capo del Dipartimento – e voi siete le gambe con cui questo Istituto, da passi minuscoli, ha cominciato a camminare, poi a passo veloce, poi con una marcia costante e adesso quasi inizia una corsetta. In questi ultimi cinque anni abbiamo avuto, con una connotazione positiva, una escalation”

La Presidente Gemma Tuccillo e la Portavoce Vanessa Pallucchi
La Presidente Gemma Tuccillo e la Portavoce Vanessa Pallucchi

Il protocollo nazionale rappresenta un ulteriore e significativo progresso verso il potenziamento – anche in Italia – di un modello di giustizia di comunità in linea con le principali tradizioni europee.

Allegati