Esame avvocato: Bonafede firma il decreto che rinvia le prove

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

A causa del deterioramento della situazione epidemiologica sul territorio nazionale, il Ministero della Giustizia ha disposto il rinvio delle prove scritte per l’abilitazione all’esercizio della professione forense, in programma per il 15-16-17 dicembre 2020. È quanto stabilito dal decreto ministeriale firmato dal Guardasigilli Alfonso Bonafede, in linea con la sospensione dei concorsi pubblici e degli esami di abilitazione alle professioni (già prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre) e con le indicazioni contenute in un parere appositamente reso dal Comitato tecnico scientifico (Cts).

Il documento del Cts ha infatti sconsigliato lo svolgimento delle prove nelle date programmate, indicando nell’accesso di centinaia o migliaia di candidati alle sedi d’esame, nell’impossibilità di evitare assembramenti e nella lunga durata delle prove stesse, fattori di criticità molto rilevanti alla luce dell’attuale quadro sanitario.

Le nuove date per lo svolgimento delle prove scritte saranno indicate nella Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale del 18 dicembre 2020, in cui saranno indicate anche le date per il concorso notarile. Il decreto ministeriale ha inoltre disposto la proroga del termine ultimo entro il quale è possibile presentare la domanda di partecipazione all’esame da avvocato, che potrà essere inviata per via telematica entro il giorno 12 febbraio 2021. L’auspicio è di poter svolgere la procedura entro la primavera 2021.

 

LEGGI QUI LA SCHEDA DI SINTESI