Festival “Portami là fuori”: all’Ipm di Airola dall’Amleto al Rapping

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Si è conclusa la seconda edizione del Festival “Portami là Fuori”, due giornate per portare fuori le storie, le esperienze, la musica e gli spettacoli dei ragazzi, dell’Istituto Penale per Minorenni di Airola, grazie ai laboratori dell’associazione “Crisi Come Opportunità”.
Il Festival, iniziato con la prima teatrale  dell’“Amleto principe di Airola” di Maurizio Braucci, ha portato per la prima volta i giovani neo-attori fuori dal carcere nel contesto del Campania Teatro Festival a Napoli.

Un festival nel festival andato in scena nelle Praterie del Gigante – Real Bosco di Capodimonte, davanti ad una sala sold out ed un pubblico attento e partecipe che ha visto tra i presenti il direttore del Campania Teatro Festival, Ruggero Cappuccio, il magistrato Cafiero de Raho, il Garante dei detenuti della Regione Campania, Samuele Ciambriello e Margherita Di Giglio, magistrato di sorveglianza presso il Tribunale dei minorenni di Napoli.

Il festival è proseguito nella cittadina di Airola (BN) con un laboratorio pomeridiano testi e canzoni guidato dal rapper Oyoshe, destinato ai ragazzi dell’Istituto campano. Il programma è proseguito nel Chiostro Comunale con un concerto gratuito aperto e al pubblico dove protagonisti sono stati nomi del panorama musicale italiano accompagnati dai detenuti dell’Istituto penale per i minorenni di Airola. “Musica In-Chiostro” del Lucariello Quartet, con Lucariello, Ciccio Merolla.