Guide alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’Uomo

Le braccia di due ragazzi, uno nero e uno bianco, a confronto illustrano l'articolo che disciplina il divieto delle espulsioni collettive di stranieri all'interno della Convenzione CEDU
FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

E’ stata pubblicata nel sito del Ministero della giustizia una selezione di Guide giurisprudenziali alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali.

Il complesso lavoro di selezione, traduzione e aggiornamento delle Guide è curato dalla Direzione generale degli affari giuridici e legali del Dipartimento per gli Affari di Giustizia (DAG).

Ogni guida per ciascuno dei primi 18 articoli che compongono la Convenzione è costituita da riferimenti alle sentenze e alle decisioni della Corte europea dei diritti dell’uomo che delineano i principi fondamentali elaborati nel corso degli anni in applicazione dei diritti convenzionali.

Come spiega l’Avviso al lettore, presente in ogni singola guida, sono le parole chiave “scelte da una raccolta lessicografica di termini tratti – nella maggior parte dei casi – direttamente dal testo della Convenzione e dei suoi Protocolli” ad aiutare nella comprensione delle questioni giuridiche trattate in ciascun caso. Utilizzando le parole chiave per la ricerca sulla Banca dati HUDOC (Human Rights Documentation) si otterranno ulteriori e complete informazioni sulla giurisprudenza della Corte.

La pubblicazione comprende anche due Guide che riguardano la giurisprudenza relativa a casi trattati con riferimento ai temi del terrorismo e dell’immigrazione e una terza Guida pratica alle ‘Condizioni di ricevibilità’, utile per focalizzare i requisiti di ricevibilità di ogni tipo di ricorso.

Un frammento della pagina internet sulla Guida alla Convenzione dei Diritti dell'Uomo

Ciascuna Guida è accompagnata da immagini realizzate da minori e giovani adulti seguiti dai servizi minorili della Giustizia nell’ambito di un progetto volto a diffondere e approfondire la conoscenza dei diritti dell’uomo, messa a disposizione dal Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità (DGMC), che ha coinvolto gli istituti penali per i minorenni (IPM), gli uffici di servizio sociale per i minorenni (USSM), le comunità per minori (CM) e i centri di prima accoglienza (CPA).

Guide giurisprudenziali alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali