Il diploma di Giulia, detenuta-studentessa del carcere di Verziano

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Le carceri non vanno intese solo come luoghi di espiazione, ma possono rappresentare anche punti di partenza. O, forse, di ripartenza.

In questo senso una storia significativa viene dalla struttura di Verziano, dove una detenuta di 26 anni, Giulia, ha conseguito la maturità liceale durante la sessione straordinaria di settembre. La studentessa ha trovato la forza di completare il percorso formativo nonostante la pandemia da Covid-19 ne avesse complicato i progetti, viste le limitazioni introdotte per ragioni sanitarie.

Un ruolo importante hanno rivestito anche i docenti del Liceo Socio-Pedagogico “De Andrè” di Brescia, che hanno seguito con passione l’allieva durante le varie fasi del programma. Decisiva anche l’attività dei dipendenti della struttura di reclusione che hanno messo a disposizione le proprie competenze.