Cinema in carcere: con ‘Ammore e malavita’ apre AtmospHera a Bologna

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Saranno i Manetti Bros a inaugurare domattina con la proiezione di Ammore e malavita la sala cinematografica AtmospHera all’interno della casa circondariale di Bologna Rocco D’Amato.

Dotata di 150 posti e di attrezzature di ultima generazione, la sala è stata realizzata in un locale polivalente messo a disposizione dalla Direzione dell’Istituto all’Associazione Cinevasioni che da tre anni si occupa di formazione cinematografica all’interno della casa circondariale.

“Un progetto che – ricorda  Angelita Fiore, presidente di Cinevasioni  – fino a qualche anno fa sembrava un’impresa quasi impossibile ” e che è stato possibile realizzare grazie al contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Gruppo Hera, Comune di Bologna, Legacoop Bologna, con il sostegno di Rai Cinema e con il patrocinio dell’Università di Bologna – CITEM.

Al nuovo cinema AtmospHera potranno recarsi non solo i detenuti ma anche il pubblico esterno previa prenotazione tramite il sito cinevasioni.it. Le proiezioni dei film – gli stessi in programmazione nei circuiti esterni – saranno di mattina e nel pomeriggio e saranno gratuite.

“Facciamo un appello ai distributori – aggiunge  Angelita Fiore – di concederci film da proiettare”. L’obiettivo è infatti  quello di avviare una programmazione regolare, dando la possibilità anche ai detenuti di guardare i film appena usciti al cinema e creare una rete di condivisione culturale anche con scuole, Università e altre realtà del territorio.