In Sardegna si conclude il progetto “Mediamo Insieme: traguardi e nuove sfide”

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

A conclusione delle attività del progetto “Mediamo Insieme: traguardi e nuove sfide”, oggi, presso la Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche dell’Università degli Studi di Cagliari e domani, presso l’Università degli Studi di SassariDipartimento di Giurisprudenza si terranno due seminari organizzati dall’Ufficio di esecuzione penale esterna della Sardegna con i mediatori della Cooperativa Dike e dell’Associazione Medias e Filos, soggetti attuatori del progetto.

Con i seminari l’Ufficio di esecuzione penale esterna della Sardegna ha voluto condividere le pratiche di giustizia riparativa e di mediazione penale realizzate dai quattro uffici di esecuzione penale esterna della Sardegna e, sperimentalmente, dai due istituti penitenziari: la Casa Circondariale di Uta e la Casa Circondariale di Sassari.

Verranno valorizzate le testimonianze dirette dei protagonisti: autori di reato, vittime, operatori della giustizia e rappresentanti della collettività che hanno partecipato ai percorsi di giustizia riparativa realizzate nell’arco temporale progettuale, quali: la mediazione penale in ambito intra ed extramurario, l’attività di Community Group Conferencing negli istituti penitenziari e i laboratori di riflessione critica.

Lo scambio fra i vari attori del progetto, le istituzioni e la cittadinanza, costituisce un valido strumento volto a favorire la divulgazione delle buone pratiche e la loro replicabilità anche in altri contesti.

E’ prevista la partecipazione e il contributo sulla tematica di Antonella Di Spena, direttore dell’Ufficio interdistrettuale di esecuzione penale esterna per la Sardegna, e Isabella Mastropasqua, dirigente dell’Ufficio II del Dipartimento giustizia minorile e di comunità.

Allegati