La mente delle rapine in villa
ritenta la fuga: fermato

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link
Questa mattina nella Casa Circondariale “Filippo del Papa” di Vicenza è stato sventato il tentativo di evasione di Arkadiusz Dzienisiewicz grazie al tempestivo intervento del personale di polizia penitenziaria.
Il detenuto polacco, considerato la mente della banda specializzata in rapine in ville, è noto per aver tentato di evadere anche dagli istituti di Roma Rebibbia e Belluno. Mentre veniva accompagnato nel locale passeggi isolati, prima che venisse aperto il cancello, è riuscito con uno scatto improvviso ad arrampicarsi sul muro del cortile. Dopo l’allarme, è subito intervenuto il personale di sorveglianza che ha riportato Dzienisiewicz all’interno dell’istituto in regime di isolamento precauzionale.
Molto probabilmente la “scalata” sul muro aveva lo scopo di valutare i tempi di reazione del personale penitenziario e di acquisire visuale dall’alto per pianificare meglio l’evasione dalla struttura in un secondo momento.
Attualmente Dzienisiewicz, in condizione di estradizione passiva dalla Polonia con una condanna a 6 anni, è detenuto in Italia per permettere alla giustizia di svolgere un processo a suo carico presso il Tribunale di Pordenone.