Disponibilità di smart working per i lavoratori del Ministero della Giustizia

Facciata ministero - luglio 2019 - Foto di Doriano Ciardo
FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

I Direttori generali del Personale e della formazione – Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del personale e dei servizi Alessandro Leopizzi,  del Personale e delle risorse – Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria Massimo Parisi, del Personale, delle risorse e per l’attuazione dei provvedimenti del giudice – Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità Vincenzo Starita, dell’Ufficio centrale degli archivi notarili Renato Romano, hanno diffuso una direttiva congiunta recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica attraverso l’adozione di modalità di lavoro agile”.

La direttiva, rivolta ai dipendenti rientranti nel Comparto Funzioni Centrali, permette l’accesso al rapporto di lavoro in modalità di smart working che può essere richiesto su base volontaria, mediante la compilazione e la presentazione di una istanza al direttore dell’Ufficio o del Servizio o, in sua assenza, al sostituto. L’istanza dovrà essere corredata dalla proposta di progetto individuale di lavoro agile utilizzando la modulistica allegata.

Tutti i dettagli sono consultabili nella direttiva di seguito allegata.

EMERGENZA CORONAVIRUS: LEGGI QUI TUTTI I PROVVEDIMENTI 

Allegati