Fiamme Azzurre show:
tre medaglie ai Mondiali

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link
Un siluro nella piscina di Hangzhou, metropoli non lontana dalla costa del Mar della Cina Orientale: è Martina Carraro (nella foto a sinistra), grandissima protagonista della rana ai Mondiali in vasca corta. La campionessa ligure, 25 anni e da tre stagioni nelle Fiamme Azzurre, colleziona sei primati italiani, tre per il bronzo sui 50 metri, altri due per il podio sfiorato nei 100 e un’altra medaglia di bronzo (da record) nella staffetta mista. Al gradino più basso del podio del quartetto contribuisce anche Ilaria Bianchi (nella foto a destra), già bravissima nelle prove individuali della farfalla: e così diventano tre le medaglie conquistate dal nuoto della Polizia Penitenziaria nella più importante manifestazione invernale.
Quella in terra cinese passa alla storia come la migliore edizione iridata per la Polizia Penitenziaria, con medaglie e primati e piazzamenti che le nostre nuotatrici mettono in bacheca, esprimendosi ad altissimo livello in tutte le prove disputate e alla fine brillano come l’oro i tre bronzi conquistati negli stili rana e farfalla.
Prestazioni importanti quelle che le ragazze delle Fiamme Azzurre sono state capaci di realizzare durante la rassegna iridata in Cina: soprattutto Martina entra nella storia non solo per i due metalli preziosi, ma per avere riscritto il libro dei record praticamente in tutte le prove individuali disputate. Tre volte nei 50 metri rana – 30”00, 29”79 e 29”59 – e altrettante sui 100 metri, 1’05”06 (personale)-1’04”87 e 1’04”73 (a 12/100 dalla medaglia): a parte il nuovo primato del quartetto quattro stili, per il secondo bronzo. Un podio che spetta a pieno titolo anche a Ilaria Bianchi, per il contributo dato alla staffetta in batteria: peccato solo che siano sfumati altri piazzamenti da podio nelle prove individuali della farfalla, concluse comunque al quarto posto (100 metri, a 8/100 dal bronzo) e al quinto (200 metri). Nota a margine: in semifinale la Bianchi è stata spodestata dal libro dei primati dei 100 farfalla da Elena Di Liddo (56”06 contro il 56”13 della fiamma azzurra), ma poi la nostra ragazza ha preceduto la rivale in finale di una posizione, prendendosi una parziale rivincita.
A metà del quadriennio Martina e Ilaria sono ancora colonne importanti nel movimento: e per la farfallista bolognese l’obiettivo è ormai quello della quarta partecipazione olimpica, un traguardo che a Tokyo 2020 potrebbe coronare una straordinaria carriera.
HANGZHOU (CINA) Campionati Mondiali di nuoto in vasca corta (v. 25m) – 50m rana F (11/12): (1) Alia Atkinson JAM 29”05, (2) Ruta Mailutyte LTU 29”38, (3) MARTINA CARRARO 29”59 NR (3b/1b6 30”00 NR, 2sf/1sf2 29”79 NR); 4x50m mista F (12): (1) Usa 1’42”38, (2) Cina 1’44”31, (3) Olanda 1’44”57, (8) Italia/Carlotta Zofkova-Arianna Castiglioni-Elena Di Liddo-Margherita Panziera 1’46”44 (8b/3b1 Italia/Elena Di Liddo-Arianna Castiglioni-ILARIA BIANCHI/26”14-Margherita Panziera 1’47”81); 100m rana F (14/15): (1) Alia Atkinson JAM 1’03”51, (2) Katie Meili USA 1’03”63, (3) Jessica Hansen AUS 1’04”61, (4) MARTINA CARRARO 1’04”73 NR (3b/3b6 1’05”06 PB, 6sf/4sf2 1’04”87 NR); 4x100m mista F (16): (1) Usa 3’45”58, (2) Cina 3’48”80, Italia/Margherita Panziera-MARTINA CARRARO/1’04”47-Elena Di Liddo-Federica Pellegrini 3’51”38 NR (4b/2b1 Italia/Margherita Panziera-MARTINA CARRARO/1’05”32-ILARIA BIANCHI/57”78-Federica Pellegrini 3’53”89); 100m farfalla F (15/16): (1) Kelsi Dahlia USA 55”01, (2) Kendyl Stewart USA 56”22, (3) Daiene Dias BRA 56”31, (4) ILARIA BIANCHI 56”39 (6b/3b5 56”85, 7sf/3sf1 56”79); 200m farfalla F (12): (1) Katinka Hosszu HUN 2’01”60, (2) Kelsi Dahlia USA 2’01”73, (3) Suzuka Hasegawa JPN 2’04”04, (5) ILARIA BIANCHI 2’05”57 (7b/3b3 2’06”40); 50m farfalla F (13/14): (1) Ranomi Kromowidjojo NED 24”47, (2) Holly Barratt AUS 24”80, (3) Kelsi Dahlia USA 24”97, (19) ILARIA BIANCHI (7b7 26”29)
[Raul Leoni]
Martina Carraro nella piscina di Hangh Zhou dopo il bronzo ottenuto nei 50 metri rana
Ilaria Bianchi nuotatrice delle Fiamme Azzurre