Giuramento allievi polizia penitenziaria, Morrone: un onore essere qui con voi

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

“È per me un onore essere qui, a rivolgervi un augurio sincero in un momento così importante che segna il termine di un percorso di formazione fatto di sacrificio, studio, impegno e l’inizio di una nuova fase della vostra vita professionale. Avete scelto di essere servitori dello Stato, di percorrere una strada difficile e impegnativa, che richiede dedizione, passione, lealtà, con compiti indubbiamente molto complessi. Lo avete fatto consapevoli delle competenze e dei doveri che derivano dall’appartenenza al Corpo di Polizia Penitenziaria che rappresenta la legge dello Stato, e quindi la dignità e la legalità nei luoghi di detenzione”.

Sono queste le parole con cui il Sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, ha introdotto questa mattina il proprio saluto alla cerimonia del giuramento del 173° corso di formazione di 139 allievi agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria che si è svolto all’Istituto di Istruzione di Parma.

“La situazione delle carceri italiane – ha detto ancora Morrone – ha mostrato in questi anni tutta la sua complessità, mentre lo straordinario impegno quotidiano degli operatori del settore e, in particolare, degli agenti di Polizia Penitenziaria, non è stato adeguatamente riconosciuto. Sono qui oggi anche per questo. Per testimoniare a voi, donne e uomini che vi apprestate ad indossare questa divisa, e a tutto il Corpo di Polizia Penitenziaria, che lo Stato c’è e lo dimostrerà attraverso il ripristino della piena funzionalità del ‘sistema giustizia’, attraverso il completamento delle piante organiche, un’attenta valutazione del merito e della relativa produttività”.