Piattaforma anagrafe nazionale, via libera all’accesso diretto per gli uffici giudiziari

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Accesso diretto per tutti gli uffici giudiziari alla piattaforma dell’anagrafe nazionale. Lo prevede l’accordo stipulato tra il Ministero della Giustizia e quello dell’Interno. Le Procure e gli uffici giudiziari potranno accedere alla piattaforma dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente, consentendo agli uffici giudiziari di ottenere in tempo reale e in piena autonomia, i dati anagrafici necessari allo svolgimento delle funzioni giudiziarie.

L’iniziativa contribuisce, a costo zero, all’impegno avviato in più direzioni per l’abbattimento dei tempi del processo penale e civile: con l’accesso diretto alla piattaforma dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente si elimina, infatti, la necessità per gli uffici giudiziari di interloquire con i singoli Comuni per richiedere i dati necessari. Si stima una riduzione dei tempi dai tre ai 15 giorni per ogni singolo procedimento.

Il servizio, partito a fine agosto inizialmente per i soli uffici requirenti, è stato attivato dal Ministero della Giustizia (Dipartimento per gli affari di giustizia, Direzione generale servizi informativi automatizzati) in sinergia con il Ministero dell’Interno.