Polizia penitenziaria, XXV anniversario Gom

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Il 19 febbraio a San Macuto, il 20 con il Ministro Nordio

Venticinque anni di contrasto alla criminalità organizzata e al terrorismo, ma anche di sicurezza nazionale e penitenziaria. Il Gruppo Operativo Mobile (GOM) della Polizia Penitenziaria, istituito nel 1997 all’indomani delle stragi di mafia, allo scopo di assicurare l’applicazione di un regime penitenziario che interrompesse ogni forma di comunicazione illecita tra i soggetti detenuti e gli affiliati esterni, festeggia il 25° anno di attività.

È il reparto di eccellenza del Corpo specializzato nella gestione dei detenuti sottoposti al regime speciale del 41 bis. Ma anche quello chiamato a svolgere le traduzioni e i piantonamenti dei reclusi ad altissimo indice di pericolosità e a gestire rivolte e situazioni critiche all’interno degli istituti penitenziari.

Due gli appuntamenti previsti per onorare l’anniversario.
Il 19 febbraio, alle ore 15:30, presso la Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto, sarà la Commissione Antimafia a ospitare un convegno. Aprirà i lavori il saluto del Questore della Camera, Paolo Trancassini. Poi, moderati dal giornalista Bruno Vespa, interverranno la Presidente della Commissione Antimafia Chiara Colosimo, il Sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro Delle Vedove, il Capo del Dap Giovanni Russo e il Procuratore della Repubblica di Napoli Nicola Gratteri.
Prevista diretta sulla WebTv della Camera dei Deputati.

Accrediti stampa: portale Camera (https://comunicazione.camera.it/accrediti-stampa) oppure email a sg_ufficiostampa@camera.it.

Il 20 febbraio, alle ore 11, presso la Scuola di formazione dell’Amministrazione Penitenziaria “Giovanni Falcone”, il Ministro della Giustizia Carlo Nordio interverrà alla cerimonia organizzata dall’Amministrazione Penitenziaria. Insieme al Guardasigilli, prenderanno la parola il Capo del Dap Giovanni Russo, il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo Giovanni Melillo, il Direttore del GOM Augusto Zaccariello e il professor Nando Dalla Chiesa. All’incontro saranno ricordati, attraverso la testimonianza dei familiari, due appartenenti del GOM caduti a causa della violenza mafiosa, Michele Gaglione e Pasquale Campanello. In chiusura, presso la teca con i resti dell’auto della strage di Capaci, la testimonianza della vedova dell’assistente della Polizia di Stato Antonio Montinaro.

Prevista diretta streaming web sul canale YouTube del Dap.

Accrediti stampa: email a ufficio.stampa@giustizia.it, indicando nominativo, testata e documento di riconoscimento.