Conferenza internazionale per proteggere le vittime di reato: venerdì alle 10,30

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

La protezione delle vittime di reato è il tema della conferenza “Pro.Vi – Protecting Victims Rights” che si terrà domani, venerdì 23 ottobre, alle ore 10,30, sulla piattaforma Zoom.  L’incontro è l’atto conclusivo dell’omonimo progetto promosso dal Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, cofinanziato dall’Unione europea, cui hanno partecipato in qualità di partner Portogallo, Germania, Spagna e Romania. Il progetto, coordinato dall’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Sociali (IPRS), ha cercato di dare impulso allo sviluppo di un sistema efficace di protezione delle vittime di reato, secondo quanto stabilito dalla Direttiva europea 2012/29 UE che istituisce “Norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato”.

La conferenza finale affronterà un aspetto rilevante della Direttiva: la tutela dei diritti delle vittime che partecipano al procedimento penale, in particolare quando l’autore del reato è un minorenne. Infatti, poiché le normative penali dei Paesi europei prevedono la tutela dei minorenni, in quanto soggetti in età evolutiva, diventa fondamentale rendere la vittima consapevole della responsabilità assegnata alla comunità di adulti nell’attività di rieducazione del reo. Verrà, inoltre, presentato il servizio di Assistenza psicosociale, che in Germania opera a livello nazionale a sostegno della partecipazione delle vittime al procedimento penale. Questa buona pratica, che potrebbe essere adottata da altri Paesi europei, si è rivelata uno strumento efficace di sostegno alle vittime durante il procedimento penale, riducendo in modo significativo il rischio che il procedimento giudiziario possa ulteriormente traumatizzare la vittima.

Sono previste due sessioni: alla prima Questioni etiche nella comunicazione con vittime adulte di reati compiuti da minorenni, introdotta da Isabella Mastropasqua, dirigente del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, parteciperà Maria De Luzenberger Milnrnsheim, procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli; alla seconda Assistenza psicologica nel procedimento Penale, introdotta da Raffaele Bracalenti, presidente dell’IPRS, interverrà Stahlmann-Liebelt, commissario per il sostegno e la protezione delle vittime dello Stato dello Schleswig-Holstein (Germania).

A seguire una Tavola rotonda con Monica Maria Trusca, dirigente del Dipartimento per la Tutela Minorile della Contea di Timis (Romania); Joana Marmelo, coordinatore dell’Agenzia per il sostegno alle vittime “Broken Silence” (Portogallo); Ramòn Arce, Unità di psicologia forense dell’Università di Santiago de Compostela (Spagna).