Quadro rubato, governo tedesco: va restituito

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Il “Vaso di fiori”, del pittore fiammingo Jan van Huysum, per il Governo della Germania “appartiene agli Uffizi” di Firenze. Così si è espresso il ministro per gli Affari esteri Michael Roth rispondendo a un’interrogazione di Fabio De Masi, esponente italo-tedesco del partito Linke al Bundestag, in cui chiedeva quali misure il Governo federale tedesco stesse intraprendendo per consentire la restituzione dell’opera. De Masi ha poi chiesto se fosse da ritenere ammissibile il sequestro del dipinto alle persone che attualmente ne sono in possesso.

Roth ha aggiunto che il Governo federale, nell’ambito delle sue competenze, “sostiene il raggiungimento di questo obiettivo e che il Ministero degli Esteri tedesco ha più volte consigliato di restituire volontariamente l’opera agli Uffizi”. Tuttavia “la verifica dell’ammissibilità del sequestro di un oggetto, su richiesta di un ente di giustizia di un altro Paese dell’Unione europea per un procedimento penale aperto, spetta alle autorità giudiziarie del Länder”, cioè gli Stati della federazione tedesca. “Il Governo federale non può esprimere nessuna valutazione e nemmeno esercitare influenza”.

La presa di posizione assunta dal Governo della Germania è un importante passo avanti ed è stata accolta con soddisfazione dal direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, promotore a inizio anno di un plateale appello per la restituzione del capolavoro dell’artista – vissuto tra il 1600 e il 1700 – trafugato da soldati nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale.