Vercelli, solidarietà della Penitenziaria a medici e infermieri del Sant’Andrea

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Questa mattina una rappresentanza della Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Vercelli si è data appuntamento nel piazzale davanti l’ingresso dell’ospedale Sant’Andrea per consegnare a Chiara Serpieri, direttore generale dell’Asl della città, un assegno di 2.020 euro. La cifra è stata raccolta per l’emergenza Covid attraverso una colletta tra il personale dell’istituto penitenziario .

Consegna colletta tra agenti della Polizia Penitenziaria di Vercelli all'ospedale Sant'Andrea

I mezzi della Polizia Penitenziaria, schierati davanti all’ospedale, hanno suonato per alcuni secondi le loro sirene in segno di ringraziamento al personale sanitario per il lavoro svolto durante l’emergenza. A consegnare ufficialmente la somma raccolta è stata la direttrice Antonella Giordano accompagnata dal comandante Nicandro Silvestri e dalla vicecomandante Giuseppina Gambino.

“Il nostro è l’apprezzamento più sincero per chi ha lavorato in quest’emergenza sanitaria – ha detto Antonella Giordano -, c’è stata una forte sinergia con la struttura Covid dell’Asl anche per quanto ha riguardato il controllo della situazione sanitaria all’interno del carcere”. Chiara Serpieri ha ringraziato con affetto le donne e gli uomini in divisa: “Vi mandiamo un abbraccio virtuale ma non meno caloroso”.

Consegna colletta tra agenti della Polizia Penitenziaria di Vercelli all'ospedale Sant'Andrea

“Oggi le sirene hanno risuonato per far sentire la vicinanza al personale dell’ospedale Sant’Andrea – si legge in una nota dell’Asl – la consegna di un contributo economico avviene in un giorno speciale in cui si celebra San Basilide martire, santo patrono del Corpo di Polizia Penitenziaria. Grazie”.