Ucraina, telefonata Cartabia-Maliuska: “Sanzioni più efficaci”

Cartabia e Maliuska
FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Telefonata tra la Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, e il suo omologo ucraino Denys Maliuska.

Nella breve conversazione, la Guardasigilli ha rinnovato la solidarietà al popolo ucraino e ha assicurato l’impegno dell’Italia, nel contesto della cooperazione fra Paesi UE, per rendere ancora più efficaci le sanzioni alla Russia. Linea ribadita anche ieri, nella prima riunione, da remoto, della task force ministeriale internazionale dei Paesi G7, insieme a Ue e Australia. Per l’Italia, hanno partecipato la Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, e il Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco.

La telefonata della Ministra Cartabia fa seguito all’incontro con il ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco alla prima riunione della Task Force ministeriale, di cui fanno parte i ministri dei Paesi del G7 e dell’Australia, oltre al commissario europeo per i servizi finanziari sulle sanzioni alla Russia.

La task force REPO (Russian Elites, Proxies and Oligarchs) è nata con l’obiettivo di adottare, nel rispetto dei principi fondamentali dello Stato di diritto, le azioni necessarie per individuare, congelare e, ove ne ricorrano le condizioni, confiscare i beni dei soggetti e delle imprese sanzionati in connessione con la recente aggressione della Russia alla sovranità e all’indipendenza dell’Ucraina.

Il gruppo di lavoro assicurerà il coordinamento nell’attuazione delle sanzioni, attraverso un adeguato scambio di informazioni a livello internazionale. L’attività della task force si estende anche ai soggetti (persone fisiche o giuridiche) che forniscono sostegno materiale o finanziario al fine di aggirare le sanzioni o facilitare l’attività degli oligarchi e del Governo russo.