Tribunale di Milano, riprende l’attività della sezione Gip-Gup

palazzo giustizia milano
FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Il presidente del Tribunale di Milano ha disposto la parziale riapertura dei servizi del Gip e del Gup, uffici che in piena emergenza Covid – nella notte del 28 marzo – erano stati anche devastati dall’incendio scoppiato al settimo piano del palazzo di Giustizia.

Il provvedimento, emanato il 10 giugno con modalità in vigore fino al 31 luglio, riguarda la ripresa delle attività da parte di tutti i giudici dell’ufficio Gip: sono immediatamente disponibili i fascicoli pervenuti dopo l’incendio, i cui atti sono integralmente accessibili dai giudici sulla piattaforma TIAP (Trattamento Informatizzato degli Atti Processuali) oppure a seguito degli interventi di sanificazione e pulizia.

Durante la fase di manutenzione straordinaria, presso l’ufficio si era anche avviata la digitalizzazione del fascicolo penale, mediante il gestore TIAP, limitatamente ai fascicoli con misura cautelare.

La disposizione, a decorrere dal 15 giugno, prevede pure la riattivazione di alcuni punti informativi/URP della sezione Gip-Gup: le postazioni di front office, relative agli uffici ora nuovamente operativi nei locali del sesto e settimo piano del palazzo di Giustizia, sono state aperte al primo piano (lato San Barnaba). Due saranno dedicate alla sezione Gip-Gup e quattro alla consultazione, da parte degli avvocati, dei fascicoli digitalizzati mediante il TIAP. Gli sportelli saranno adibiti anche al deposito degli atti e all’acquisizione di informazioni sui fascicoli in gestione o definiti.

Il servizio sarà attivo dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 13, mediante chiamata per numero di prenotazione: a disposizione dell’utenza sarà messo l’occorrente per l’igienizzazione delle postazioni, prima e dopo la consultazione.