Desenzano: quattordici arresti per la “spedizione punitiva” sul lungolago

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Accusati di rapina pluriaggravata ai danni di alcuni coetanei, quattordici ragazzi tra i 15 e i 19 anni sono stati raggiunti dall’ordinanza di custodia cautelare emessa nei loro confronti dal Gip del Tribunale per i Minorenni e dal Gip del Tribunale ordinario di Brescia: si tratta di giovani residenti nella bassa bresciana e a Cremona, tutti indagati per un episodio di violenza avvenuto a metà giugno sul lungolago di Desenzano del Garda. Vittime dell’aggressione erano stati sette ragazzi tra i 14 e i 17 anni, prima picchiati e poi derubati di telefonini, portafogli, denaro, magliette e cuffie auricolari. Secondo la Polizia all’origine della vicenda ci sarebbe una precedente lite: gli odierni indagati avrebbero poi organizzato una sorta di “spedizione punitiva” anche con la creazione di un gruppo in chat.