Prima udienza ‘da remoto’
anche a Torre Annunziata

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Il presidente del Tribunale di Torre Annunziata, Ernesto Aghina, ha salutato con soddisfazione l’esito positivo della “prima udienza di convalida di arresto operata da remoto”, realizzata oggi nella città campana. Al gip Antonio Fiorentino, coadiuvato da tutti gli operatori del Tribunale di Torre Annunziata (magistrati, personale amministrativo, elementi dell’avvocatura e tirocinanti), Aghina ha espresso i propri complimenti e il suo personale ringraziamento: “Sono lieto di felicitarmi con tutti gli artefici di questa impegnativa sperimentazione, operata in condizioni di estremo disagio e che hanno saputo, nelle rispettive attribuzioni, offrire un contributo operativo che testimonia grande capacità tecnica unita a rimarchevole consapevolezza del rispettivo ruolo professionale”.

Così anche Torre Annunziata si allinea alle modalità telematiche con cui da giorni vari tribunali italiani stanno proseguendo nelle udienze in videoconferenza per permettere lo svolgimento dei procedimenti urgenti.

Ernesto Aghina, presidente del Tribunale di Torre Annunziata
Ernesto Aghina, presidente del Tribunale di Torre Annunziata

 

LEGGI ALTRE NOTIZIE SULL’ARGOMENTO

Da ‘remoto’ verso il futuro: la Cassazione in movimento

Roma: convalide e direttissime proseguono in videconferenza