Vai direttamente al contenuto Vai direttamente al footer

gNews Giustizia News Online Quotidiano online Ministero della giustizia

gNews Giustizia news online – Quotidiano del Ministero della giustizia

Home / Primo piano / Pagina 32

Primo piano

Polizia penitenziaria

Sedata rissa grazie a intervento di agente della Polizia Penitenziaria

E' successo a Roma. Il tempestivo intervento di Ivano Tittoni, in servizio al Reparto scorte del Ministero della Giustizia, ha permesso di sedare un violento scontro tra alcune persone di origini peruviane

Nuova palestra in carcere, Russo sale sul ring e sfida i tedeschi

L'evento in occasione dell'inaugurazione della rinnovata struttura all'interno del penitenziario di Santa Maria Capua Vetere che ospiterà il centro pugilistico delle Fiamme Azzurre

Scorrimento assistenti giudiziari: c’è il via libera per 903 assunzioni

Il ministro Bonafede lo aveva annunciato in un video il 5 aprile, oggi la conferma del ministro Giulia Bongiorno. Sarà anche indetto un nuovo concorso per 1.850 funzionari giudiziari

elezioni ordini avvocati

UE: settima edizione del Quadro di valutazione della Giustizia

La Commissione europea pubblica oggi la visione comparativa dell'indipendenza, della qualità e dell'efficienza dei sistemi giudiziari negli Stati membri dell'UE

E vado a lavorare: nuovi progetti per il reinserimento dei detenuti

La Fondazione Con il Sud prosegue il suo impegno per la rieducazione e il reinserimento dei detenuti nella società, attraverso il lavoro

Un rap “FuoriLuogo”: trionfa il corto del “Ferrante Aporti”

I ragazzi dell’Istituto penale per minorenni di Torino conquistano il primo premio al concorso nazionale "OFF del Sottodiciotto Film Festival & Campus"

ANM: Pasquale Grasso è il nuovo presidente

L'Associazione Nazionale Magistrati ha rinnovato i suoi rappresentanti: Pasquale Grasso, Presidente, Luca Poniz, vice presidente, e Giuliano Caputo, Segretario

Carcere di Bergamo

“Il carcere deve aprirsi all’economia del territorio”

Teresa Mazzotta, direttrice dell'istituto di Bergamo, racconta la sua "rivoluzione": riorganizzazione degli spazi, intensificazione dei controlli ma anche lavoro e studio