L’inaugurazione dell’anno giudiziario nei distretti: Bonafede a Milano

FacebookTwitterWhatsAppEmailCopy Link

Sabato 1 febbraio, le relazioni dei presidenti di Corte d’Appello sull’amministrazione della giustizia nel 2019, aprono le cerimonie di inaugurazione dell’anno giudiziario nei distretti italiani.

Il ministro Alfonso Bonafede interviene al Palazzo di Giustizia di Milano.

Ogni sede di Corte d’Appello ospiterà gli interventi dei delegati del Ministero, che sono così dislocati: i sottosegretari Vittorio Ferraresi e Andrea Giorgis a Roma, il primo, e a Torino, il secondo; il capo di Gabinetto, Fulvio Baldi, a Perugia; il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria Francesco Basentini, a Palermo; Barbara Fabbrini, capo del Dipartimento dell’Organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, a Firenze, mentre Maria Casola, capo del Dipartimento per gli affari di giustizia e Mario Di Iorio, vice capo, rispettivamente a Bologna e Catanzaro; Gemma Tuccillo, capo del Dipartimento della Giustizia minorile e di comunità, a Venezia.

Renato Romano, direttore generale dell’Ufficio centrale degli archivi notarili, interviene a L’Aquila; Giuliana Palumbo, direttore generale di Statistica e analisi organizzativa a Caltanissetta; Alessandro Leopizzi, direttore generale del Personale e della formazione a Genova; Alessandra Cataldi, direttore generale per i Sistemi informativi automatizzati a Trento; Francesco Cottone, direttore generale per il Coordinamento delle politiche di coesione a Catania; Vincenzo Starita, direttore generale del Personale, delle risorse e per l’attuazione dei provvedimenti del giudice minorile a Trieste; Massimo Parisi, direttore generale del Personale e delle risorse a Messina; mentre Andrea Montagni, responsabile della direzione generale dei magistrati a Bari.

Il capo dell’Ufficio legislativo, Mauro Vitiello e i vice capo Giampaolo Parodi e Concetta Lo Curto intervengono, rispettivamente, a Brescia, a Cagliari e a Napoli; il reggente dell’Ispettorato Liborio Fazzi, a Reggio Calabria.

Quindi, ancora, il Ministero è rappresentato ad Ancona da Carlotta Calvosa, a Campobasso da Margherita Cardona Albini, a Lecce da Carmela Squicciarini, a Potenza da Emma Rizzato e a Salerno da Ernesto Caggiano, tutti magistrati addetti al Gabinetto.

Allegati